Passione Quattro Fuochi

ED E' ARRIVATO IL MIO CROLLO

Domenica, 5 Aprile 2020

blog_post/ed_e_arrivato_il_mio_crollo_OCNfZ7M.jpg

Lo stavo solo aspettando. Sapevo che sarebbe stata questione di pochi giorni, ed è arrivato: il mio "crollo". Ieri sera ho appoggiato la testa sul cuscino, ho chiuso gli occhi cercando Morfeo e invece è arrivato il pianto. Atteso ma improvviso. Nel buio silenzioso sentivo le lacrime che bagnavano zigomi, guance e federe e i singhiozzi che facevano capolino in gola. Ma era lo sfogo che cercavo. Da quando tutto questo è iniziato, era il nervosismo ad essere padrone dei miei momenti no. Mai lo era la tristezza.
Ieri sera ho avuto nostalgia. Troppo lontani i ricordi di Benny piccola, troppo lontane nenie e ninna nanne per farmi addormentare. Ieri sera avrei volentieri sentito quelle note, e sulle mie tempie il massaggio di papà, come quando avevo mal d'orecchio e facevo fatica ad addormentarmi e solo così mi sentivo al sicuro: massaggio alla tempia, ninna nanna e luce fioca dalla lampada sul comodino. Sarebbe stata la combinazione perfetta in questo momento di caos emozionale mentre fuori il mondo implora.
Sul comodino ora c'è ancora la luce fioca, anche qui, di una lampada che mi regala casa e conforto; quel massaggio è a chilometri di distanza ma mi aspetta, pronto come sempre. Provo a lasciarmi abitare dalla serenità, è l'unica mia arma vincente in questa guerra col virus e col controllo dei sentimenti.

"Si chiama nostalgia.
Scoprire che alcuni momenti del passato che non avevi mai considerato felici, lo erano"

 

 

Se vuoi rimanere aggiornato sulle nuove ricette e sui nuovi post, iscriviti alla Newsletter. Clicca qui
Dopo l'iscrizione, ricorda di confermare il tuo indirizzo email!

Lascia un Commento



Commenti

x

Questo sito web fa uso di cookie tecnici. Dimmi di più.