Passione Quattro Fuochi

Plumcake salato zucca e gorgonzola

Plumcake salato

Ricetta ricette/pi_plumcake_zucca_gorgonzola_001.jpg
Dettaglio ricetta ricette/pi_plumcake_zucca_gorgonzola_002.jpg

Fino ad almeno dieci anni fa, guai a parlarmi di gorgonzola! Oggi, adoro questo formaggio "con la muffa". E poichè riesce a spegnere bene il sapore dolce della zucca, trovo molto interessante questo abbinamento.

Provate questo plumcake salato per una cena diversa dal solito, da gustare sul divano davanti alla TV (in questi giorni qualche strappo alle regole del bon ton concediamocelo pure!). Vi raccomando di servirlo freddo: preparatelo con largo anticipo, se riposa, è ancora più buono.

Ingredienti

  • 300 grammi di farina manitoba
  • 300 grammi di zucca mantovana
  • 100 grammi di gorgonzola
  • 100 grammi di pancetta affumicata a dadini (opzionale... per i miei amici vegetariani!)
  • 2 o 3 fette di scamorza tagliate a dadini
  • 30 grammi di parmigiano grattugiato
  • 2 uova
  • 200 ml di latte
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • 16 gr di lievito istantaneo per torte salate
  • gomasio (per decorare)

 

 

 

Procedimento

Iniziare con la zucca: tagliare la polpa a cubetti e, in una casseruola, farla cuocere in olio extravergine di oliva e poca acqua calda, abbondante timo, sale e pepe, fino a quando non sarà morbida.* Farla raffreddare e ridurla in purea.

*Consiglio pratico. Aggiungo pochissima acqua calda per volta, in questo modo la zucca non si attaccherà al fondo, nè si inumidirà troppo. E' importante infatti che, a fine cottura, la polpa sia morbida ma asciutta.

Mescolare con le fruste le uova, il latte, l'olio, il gorgonzola, il parmigiano, la purea di zucca e un cucchiaino di sale. Una volta che il composto sarà omogeneo e ben amalgamato, aggiungere la farina setacciata con il lievito formando un impasto privo di grumi e, in ultimo, la pancetta e la scamorza. 

Versare il tutto in uno stampo da plumcake oliato e infarinato, decorarlo con del gomasio (o dei semi a piacere) e cuocerlo in forno preriscaldato a 180° per circa un'ora (verificando comunque la cottura con uno stecchino).

Servirlo solo quando si è raffreddato!

 

 

 

 

Se vuoi rimanere aggiornato sulle nuove ricette e sui nuovi post, iscriviti alla Newsletter. Clicca qui
Dopo l'iscrizione, ricorda di confermare il tuo indirizzo email!

Lascia un Commento



Commenti

x

Questo sito web fa uso di cookie tecnici. Dimmi di più.